Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

Olga Chernysheva / Fondazione Sandretto Re Rebaudengo / Torino

Keith Jarrett plays Shostakovich Prelude and Fugue Op. 87 No. 22
(da sentire mentre leggete)

Ieri sera siamo stati alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, c’è una mostra in corso, Modernikon. Arte contemporanea dalla Russia. La mostra è interessante. Come sempre mancano le sedie per vedere i video, e le didascalie sono scritte piccole, cose che cominciano a darmi il nervoso invecchiando. Era sera e fuori faceva tanto freddo. C’è stato un aperitivo, e ho preso un Negroni; chissà, forse per quello, forse invece il freddo, fatto sta che alla fine della visita siamo arrivati ad un’opera di Olga Chernysheva, che mi ha commosso alle lacrime. Come sono poco mondano!

In un pezzo di corridoio 24 schermi al plasma messi per lungo: sfondo bianco, in alto un’immagine, più sotto un breve testo, musica: Shostakovich. Le immagini erano fotografie, ma anche video ad inquadratura fissa, che testimoniavano piccoli movimenti. I 24 schermi stavano disposti sulle pareti, uno vicino all’altro, vagamente lapidei, sembravano dei commiati, come se, nel momento in cui si coglie una briciola di senso nel visibile, da questo non ci si potesse che allontanare. Io sono di formazione novecentesca, e di tutto quello che mi è stato insegnato il concetto che più mi s’è attanagliato nell’animo è l’idea di epifania (Woolf, Joyce, Proust, Auerbah), che solo nell’accadere, nel visibile, che si rivela in un istante, impalpabile e perduto mentre lo si crede di afferrare, si rivelino spazi vastissimi e precipitati di senso che sono insperati, regali, e che si può solo tentare di descrivere, coscienti della fallibilità certa della prova.

Qui, dopo tanto tempo che forse mi ero un po’ scordato di tutto questo -la rete non aiuta, tutto è tornato.

C’erano ieri sera in giro per la Fondazione, un sacco di ragazzine e ragazzini, che avevano fatto non so che seminario sull’arte e sulla mostra, erano lì per aiutare le persone a vedere le opere. Mentre in altre sale recitavano più o meno a memoria dei pezzi elaborati precedentemente (… in quest’opera l’artista ha voluto ragionare su… ), in questa parte finale, forse complice lo spazio angusto, e un senso di fine festa (i genitori salutavano), erano più diretti, dicevano cosa avevano visto loro; davanti a “Giostra” una ragazzina un po’ velina nel vestiario e negli atteggiamenti mi diceva: -a lei cosa fa pensare questa immagine (non una parola sul testo)? A me fa pensare alla libertà, perché è un’immagine gioiosa, però mi hanno detto che è anche un’immagine triste, perché se guarda (l’immagine è in realtà un video) sulla giostra c’è un bambino solo, e allora, certo, è la tristezza- e lì mi è venuto tanto da piangere.

(avrei voluto fotografarle tutte, ma dopo queste che ho fatto ho sentito una capa che protestava, dicendo che aveva detto tante volte che non bisognava fare le fotografie. A me non l’ha detto, ma non potevo continuare)

Andate a vedere la mostra, e poi ditemi. É aperta sino al 27 febbraio.

Olga Chernysheva: Clipping, 2010, video install. multicanale, suono, 24 plasma. Musica tratta da Dmitri Shostakowich, 24 preludi e Fughe op. 87, eseguita da K. Jarret; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino 2010-2011 (Giostra: part.), 2

Olga Chernysheva: Clipping, 2010, video install. multicanale, suono, 24 plasma. Musica tratta da Dmitri Shostakowich, 24 preludi e Fughe op. 87, eseguita da K. Jarret; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino 2010-2011 (Giostra: part.), 1

Olga Chernysheva: Clipping, 2010, video install. multicanale, suono, 24 plasma. Musica tratta da Dmitri Shostakowich, 24 preludi e Fughe op. 87, eseguita da K. Jarret; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino 2010-2011 (Domande scivolose: part.), 1

Olga Chernysheva: Clipping, 2010, video install. multicanale, suono, 24 plasma. Musica tratta da Dmitri Shostakowich, 24 preludi e Fughe op. 87, eseguita da K. Jarret; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino 2010-2011 (Domande scivolose: part.), 2

Olga Chernysheva: Clipping, 2010, video install. multicanale, suono, 24 plasma. Musica tratta da Dmitri Shostakowich, 24 preludi e Fughe op. 87, eseguita da K. Jarret; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino 2010-2011 (Mimicry: part.), 1

Olga Chernysheva: Clipping, 2010, video install. multicanale, suono, 24 plasma. Musica tratta da Dmitri Shostakowich, 24 preludi e Fughe op. 87, eseguita da K. Jarret; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino 2010-2011 (Mimicry: part.), 2

Olga Chernysheva: Clipping, 2010, video install. multicanale, suono, 24 plasma. Musica tratta da Dmitri Shostakowich, 24 preludi e Fughe op. 87, eseguita da K. Jarret; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino 2010-2011 (Coro: part.), 1

Olga Chernysheva: Clipping, 2010, video install. multicanale, suono, 24 plasma. Musica tratta da Dmitri Shostakowich, 24 preludi e Fughe op. 87, eseguita da K. Jarret; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino 2010-2011 (Coro: part.), 2

Olga Chernysheva: Clipping, 2010, video install. multicanale, suono, 24 plasma. Musica tratta da Dmitri Shostakowich, 24 preludi e Fughe op. 87, eseguita da K. Jarret; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino 2010-2011 (Il polline e la neve: part.), 1

Olga Chernysheva: Clipping, 2010, video install. multicanale, suono, 24 plasma. Musica tratta da Dmitri Shostakowich, 24 preludi e Fughe op. 87, eseguita da K. Jarret; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino 2010-2011 (Il polline e la neve: part.), 2

Someday, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post