Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

LE DILETTANTE, di Giacomo Giossi (l’argent de poche, 11)

argent de poche, prova, 3

undicesima puntata: LE DILETTANTE, librairies et éditions


AMAZON, ON S’EN FOUT!

Mentre si scatena il terrore tra i grossi gruppi editoriali per l’ingresso di Amazon in veste di vero e proprio editore e non più solo di libraio, non possiamo non ricordare che il passaggio che Amazon sta compiendo è tipico del mondo editoriale ai suoi albori: quasi tutti gli editori furono precedentemente librai o tipografi. L’editoria come la conosciamo è nata così, l’editoria come sarà sembra ripercorrere la medesima strada seppur in dimensioni tali da mettere a rischio la varietà e la diversità delle voci in campo.

Ed proprio partendo da una libreria, Le dilettante, presente a Parigi nel cuore del Quartiere Latino, che nascono sotto la medesima insegna Le dilettante librairies&édition.

La casa editrice fondata nel 1984 succede di dodici anni la libreria di rue Racine (a cui si aggiunge un’altra libreria a Montolieu).

Le dilettante, specializzata in letteratura del XX secolo, pubblica una quindicina di novità ogni anno, tra gli autori francesi ritroviamo Emmanuel Bove (ancora troppo poco conosciuto in Italia) e tra gli stranieri Edward Limonov e Anna Gawalda.

Diretta da Dominique Gualtier, che da sempre punta a stabilire un rapporto identitario forte e diretto con gli autori, Le dilettante ha un’impostazione molto classica, le persone (non le risorse umane!), ognuna con la propria identità, storia e formazione sono al centro del lavoro editoriale: i titoli si aggiungono al catalogo come rami di un albero, ognuno cresce seguendo il suo tempo e prendendosi il suo spazio all’interno di un equilibrio generale che si potrebbe definire naturale.

Ogni libro ha un lavoro grafico distinto e ogni titolo ha un suo stile e una sua specificità nel formato come nei materiali scelti.

Il legame con la libreria è diretto e questo favorisce il rapporto di fiducia con i lettori. Qui l’editore incontra i propri lettori e presenta i propri autori e i loro libri. Non quindi un luogo di sola vendita come viene inteso soprattutto nelle catene dei grandi editori, ma un ambiente il cui il contatto è fisico è necessario per far scaturire interesse e generare confronti e discussioni. Non è più l’editore che presenta l’autore, ma il contrario. L’autore è ogni volta una nuova garanzia della qualità dell’editore per il lettore.

Amazon sicuramente ha un successo globale che sembra offuscare la necessità e l’importanza di un editore libraio come Le dilettante, ma alle volte per crescere non bastano i numeri, occorrono anche le persone che vi stanno dietro e queste le potete incontrare una per una, con le proprie idiosincrasie e la propria simpatia, solo in posti come al 19 di rue racine a Parigi.


(undicesima puntata de L’argent de poche, a cura di Giacomo Giossi: una serie di post che raccontano l’editoria francese, soffermandosi soprattutto sulle piccole case editrici cartacee)



L’argent de poche, uno sguardo sull’editoria francese

a cura di Giacomo Giossi

11) Le dilettante, Paris

argent de poche, prova, 3

L'argent de poche, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post