Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

LA POSTA DEL CUORE, di Eleonora Guerini. 3: 34

La posta del cuore, prova, 6

(Problemi sentimentali? Dubbi del cuore? Interrogativi amorosi?

Eleonora Guerini, con La posta del cuore, vi aiuta a chiarirvi le idee.

E a berci su.

Perché Eleonora Guerini, che è critica enogastronomica e curatrice della Guida dei vini del Gambero Rosso, sa, che ogni sentimento ha la sua bottiglia.

Affidate a La posta del cuore le vostre incertezza della passione, gli slittamenti del desiderio, le sorprendenti vie dei vostri affetti.
Conoscitrice dell’animo umano, e dei suoi modi di raccontarsi, come dei vini più rari, Eleonora Guerini vi suggerirà risposte che non speravate di poter avere, e soprattutto: il giusto abbinamento).

Scrivete a La posta del cuore, presso lapostadelcuorediEG [ chiocciola ] gmail.com

La posta del cuore, prova, 6

La posta del cuore, di Eleonora Guerini
3.: 34

La posta del cuore, prova, 4

Ciao EG,
non ho mai scritto una lettera perché qualcuno mi aiutasse con i miei  problemi d’amore e quindi vedi tu se sarà il caso di pubblicarla.
Cercherò di essere breve, nonostante la necessaria premessa.
Ho conosciuto il corpo di un uomo ancor prima di quello femminile e per qualche anno, fino alla maggior età, ho camminato in questi due mondi.
Poi il corpo dell’uomo ha smesso di darmi piacere, di interessarmi, e anche se qualche fantasia sessuale ha fatto capolino, magari in momenti di autoerotismo, alla fine ho semplicemente constatato che il corpo di una donna mi eccita e quello di un uomo, no.
Ora, a 34 anni, dopo una lunga pausa da un’infinita serie di fidanzamenti, ho conosciuto una splendida Lei. Da luglio Lei e io ci siamo uniti in un rapporto che cresce di giorno in giorno e che si sta avvicinando alla convivenza e continuiamo a sorprenderci e ad essere felici di esserci e…insomma…ci stiamo innamorando.
Ora Lei è così speciale che ha notato e accettato da subito la mia parte femminile, quella dolcezza e timidezza che spesso non sono ben viste in un Uomo e capita che ci troviamo a ridere della nostra capacitá di scambiarci di ruolo fino al punto di non riconoscere più un significato a questa parola.
E nel letto questo diventa un rapporto che non tiene conto dei nostri dati anagrafici, e lei un giorno mi chiede
‘ma non ti fa strano che io ti prenda come farebbe un uomo? non hai paura di allontanarti dall’eterosessualità?’, ‘quando sto con te mi dimentico della fisica dei nostri corpi, e sarebbe quasi un delitto non usare tutto, di me, per farti l’amore, solo per paura di avere atteggiamenti che ci hanno insegnato essere da omosessuali’ e poi le ho detto che ‘non rinuncerei mai all’immenso piacere che sto provando, dopo anni di incomprensioni e, seppur piccole, repressioni’, ecco cosa le ho risposto.
Lei è davvero più della somma di tutte le mie esperienze passate.
Però ora non riesco a raccontarle della mia adolescenza.
Ho paura che possa essere spaventata dai miei racconti, avendo avuto un ex che si è scoperto omosessuale dopo che si sono lasciati.
Insomma EG…secondo te posso aprirmi con Lei? E se scappa?

grazie mille,
Pentothal

La posta del cuore, prova, 4

Caro Pentothal,
i percorsi della vita sono ampi e tortuosi e spesso, quando si è fortunati, quando si è saputo cercare dentro di sé, portano a luoghi lontani, lontanissimi, dal punto da cui si è partiti. Quello che sei oggi non è più quello che eri quindici anni fa. Meglio o peggio impossibile dirlo, ma diverso evidentemente sì. Tu sai quando e come, forse anche perché, questo sia accaduto. L’hai vissuto sulla tua pelle, passo avanti passo indietro, dubbi, incertezze, poi certezze, poi ancora sfumature, poi chissà. È stato un percorso lungo, certamente complesso, com’è l’avanzare nella vita. Oggi hai conosciuto una splendida Lei che è più della somma di tutto ciò che hai avuto prima. Mi sembra la più grande delle felicità. La più bella delle definizioni a raccontare ciò che vivi. Lei conosce ciò che sei adesso, e quello di certo ama. Può darsi che possa amare quello che eri prima, può darsi di no. Perché ognuno ha i propri tabù e non sempre si è capaci di farci i conti.

Se non le hai raccontato fin’ora il tuo passato credo che una ragione, che tu probabilmente in modo istintivo e profondo senti, ci sia. Va bene così. Non ho mai creduto al valore assoluto della verità. Piuttosto alla verità che può essere capita e accolta. Perché ognuno ha i propri limiti e cercare di sfondare prepotentemente, anche se con dolcezza e amore, quelli degli altri, credo non sia mai una prova d’amore. Può darsi che un giorno sentirai di volerle raccontare anche quella meravigliosa stagione della tua vita che ti ha visto percorrere più strade contemporaneamente, può darsi di no. Ma se non fosse, non credo davvero tu stia rinnegando te stesso. Ma rispettando Lei e le sue possibilità. Goditi questo bellissimo amore, perché così mi sembra leggendo le tue parole. E’ una grande fortuna. Credimi.

Vi consiglio un Alta Langa Zero Cantina Maestra ’06 di Enrico Serafino. Per festeggiare, più di ogni altra cosa. Bollicine tutte italiane, da una zona del Piemonte particolarmente vocata alla produzione di Metodo Classico da pinot nero in larga parte e piccola aggiunta di chardonnay, offre un ventaglio olfattivo cristallino, fresco, con note di agrume, arbe officinali, e bocca di grande tensione, grazie a un decisa acidità che accompagna fino al lungo finale. Bollicine di razza.

Eleonora

La posta del cuore, di Eleonora Guerini
3.: 34

La posta del cuore, prova, 6

Scrivete a La posta del cuore, presso lapostadelcuorediEG [ chiocciola ] gmail.com

La Posta del Cuore, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post