Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

Insuperabile Newton Compton (Saluti dal Salone). 5

newton Compton

WOW.
Che dire davanti a dei titoli,
recenti recentissimi,
rimandati in libreria
in edizione rilegata,
a 5.90€?
Beh, tante cose.
Intanto che
è divertente il modo in cui
da anni e anni, Newton Compton,
irride a tutti i discorsi sui prezzi e sui costi
dei libri,
stabilendo ogni volta uno standard
al quale bene o male ci si deve adeguare.
Poi che operazioni come questa
forse
potrebbero aiutare
a portare
un pochino
a slittare
la percezione del prezzo dei libri
dall’essere riferita alla loro
dimensione (il costo a pagina di VADIeLOFO)
all’essere invece riferita al lavoro,
alla rarità, di ciò che contengono.
Questo fatto,
che il prezzo di un libro sia così
legato alla sua materialità,
decidiamo se è caro o meno in base al peso,
alla rilegatura,
alla carta,
mai alla tiratura, alla presenza o meno
della traduzione,
delle cure,
del lavoro redazionale,
forse quando gli ebook
saranno un po’ più del miserello 1-2% del mercato,
cambierà.
Non battiamo ciglio se un libro
che propone una traduzione
di cinquant’anni fa costa
uguale a uno che ne contiene una nuova.
Il prezzo fisso dei libri
anche in questo ha
svuotato l’autonomia dei librai.
Noi, acquirenti, dovremmo imparare che non ha senso,
pagare lo stesso prezzo
un libro alla sua prima tiratura,
e un libro alla sua ventesima edizione,
un libro che ricicla una traduzione tutta piena di ursù e
aimé,
e un libro che investe su una traduzione nuova.
Newton Compton
fa un gesto che dovrebbe insegnare molto
alla categoria più irresponsabile e tonta di tutta la filiera
editoriale:
gli acquirenti del prodotto finale.
(e non ci si nasconda dietro il dire
– si va beh, ma che titoli sono.
Meglio farsi un giro prima nelle classifiche di vendita,
a spulciare i prezzi

e rileggersi lo straordinario pezzo che
di Un regalo da Tiffany scrisse Mariolina Bertini,
Fuorisede)

Un saluto,
a presto
FN

Cartoline, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post