Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

Imperial Bedrooms / Bret Easton Ellis. Einaudi 2010. (segnalazione)

É in libreria

Bret Easton Ellis
Imperial Bedrooms

nella versione di Giuseppe Culicchia

146 p.; 18 €

Einaudi [supercoralli], Torino 2010

Bret Easton Ellis, Imperial Bedrooms, nella versione di Giuseppe Culicchia, Einaudi 2010; "In sovracopertina: elaborazione grafica da una fotografia di Christopher Anderson / Magnum / Contrasto. Original cover design by Chip Kidd"; cop. (part.), 3

Bret Easton Ellis torna in libreria con il suo nuovo libro, Imperial Bedrooms; ormai stabilmente autore Einaudi, che ristampa con regolarità i suoi testi, Bret Eston Ellis ha scritto una ideale continuazione di Meno di zero (Less than zero, 1985), proposta qui nella versione di Giuseppe Culicchia, come già i precedenti American Psyco e Lunar Park (Einaudi 2001 e 2005).

Bret Easton Ellis, Imperial Bedrooms, nella versione di Giuseppe Culicchia, Einaudi 2010; frontespizio (part.), 1

In Italia Bret Easton Ellis arrivò attraverso Pironti, che lo vestì con le copertine colorate dell’edizione americana. Meno di zero uscì nel 1986, tradotto da Francesco Durante, e accompagnato da un breve saggio di Fernanda Pivano, un viatico importante per un autore allora molto giovane.
Due anni dopo sempre Pironti pubblicò Le regole dell’attrazione (The Rules of Attraction, 1987), per le cure della stessa coppia Pivano / Durante.

Sul sito di Pironti potete vedere le copertine delle prime edizioni, molto divertenti, qui, Le regole dell’attrazione è dato “in esaurimento”, forse merita la pena tentare: la versione Einaudi negli ET costa 11 €, quella di Pironti -ma non precisano se sia la prima edizione- 7,23

Nel 1991 American Psyco uscì da Bompiani, tradotto da Pier Francesco Paolini; di nuovo da Bompiani nel 1994 uscì Acqua dal sole (The Informers, 1994), nella versione di Francesco Saba Sardi.

Nel 1996 Einaudi, ripubblica negli ET Meno di zero, questa volta nella versione di Marisa Caramella, e l’anno dopo Le regole dell’attrazione, nella versione Durante, sempre negli ET. Nel 1998 Bompiani manda in libreria l’undicesima edizione di American Psyco, l’anno dopo Glamorama (Glamorama, 1998) esce da Einaudi nei Supercoralli, tradotto da Katia Bagnoli.

Nel 2001, mentre nelle sale è in distribuzione il film che ne ha tratto Mary Arron (American Psyco, USA, 2000) Einaudi pubblica nei Supercoralli la versione di American Psyco firmata Giuseppe Culicchia, che si affianca in libreria a quella di Pier Francesco Paolini, ormai giunto alla quattordicesima edizione.

Nel 2006 anche Acqua dal sole, nella medesima versione di Bompiani, esce nei SuperET Einaudi, che via via ristampa tutti i titoli di Easton Ellis. (Ora è anche disponibile l’edizione in e-book)

Nel 2007, sempre nei Supercoralli Einaudi, esce la versione di Giuseppe Culicchia di Lunar Park (Lunar Park, 2005).

Bret Easton Ellis, Imperial Bedrooms, nella versione di Giuseppe Culicchia, Einaudi 2010; fascetta editoriale pubblicitaria (part.), 1

Qui, sul bell’Eugenio, blog imperdibile di Francesco Guglieri, una lunga intervista, molto ben illustrata, che Guglieri fece a Easton Ellis in occasione dell’uscita di Lunar Park, insieme a Roberto Canella

Qui, sul blog di Giulio Passerini, Who’s the reader?, un’analisi comparata delle versioni italiana e americana di Imperial Bedrooms

Qui, il sito ufficiale di Bret Easton Ellis per RandomHouse, con booktrailer (davvero modesto, non manca, nella successione di banalità, il tuffo in piscina con corpo che scivola sotto il pelo dell’acqua, visto dall’alto)

Qui, sul sito del Corriere della Sera, un’intervista di Alssandra Farkas, del 27 marzo 2008 che anticipava l’uscita di Imperial Bedrooms

Il 14 ottobre Bret Easton Ellis ha presentato il suo libro al Circolo dei lettori di Torino, qui, su Eudemonico, un resoconto della serata

Qui, su Vice, una lunga intervista a Bret Easton Ellis di Jesse Pearson

Qui, un set di foto di Imperial Bedrooms (Einaudi 2010)

Bret Easton Ellis, Imperial Bedrooms, nella versione di Giuseppe Culicchia, Einaudi 2010; "In sovracopertina: elaborazione grafica da una fotografia di Christopher Anderson / Magnum / Contrasto. Original cover design by Chip Kidd"; cop. (part.), 1

Segnalazioni, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post