Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

Hacca anticipa. (Saluti dal Salone) . 11

hacca edizioni / maurizio ceccato

Hacca edizioni sono un bel caso
di unione serrata fra progetto editoriale
e progetto grafico.
Cosa che
ça va sans dire,
dovrebbe essere la norma,
magari dagli esiti
infelici,
ma la norma.
Cosa che, ben
sappiamo,
invece, sempre non è.
Fra le tante cose
sconcertanti
che si vedono al Salone del Libro di Torino
sono marchi editoriali che hanno
magari
una buona scelta di titoli,
un idea magari non vaga
di cosa pubblicare,
ma poi
una realizzazione
grafica
priva di senso.
Soprattutto la cosa che
per lo meno FN,
colpisce, è l’attitudine a fare un libro
in un modo
poi in un altro
poi in un altro,
a muzzo.
Maurizio Ceccato, il grafico
che disegna tutti i libri
di Hacca edizioni,
è molto conosciuto,
a ragione.
Qui però si vorrebbe
per una volta,
svicolando oltre l’appariscenza
dell’alto grafico,
lodare l’intelligenza,
il gusto,
l’onestà,
di chi,
editore,
ha saputo affidarglisi.
Hacca edizioni,
un ottimo esempio
di come si dovrebbe fare.

(Ma ho dimenticato quello che volevo dire! Queste lunghe strisce che
si vedono nella cartolina, sono un’anticipazione di un libro in uscita
da Hacca. E che non era pronto per il Salone. Però, accidenti, il Salone
è pur sempre una vetrina nazionale. E così: ecco l’invenzione. Minima,
ma intelligente. Non c’è davvero più spazio, ma giusto per fare un confronto,
sarà capitato anche a voi, d’aprire un supplemento settimanale d’un quotidiano
e vedere un cosino spillato, anticipazione di un qualche romanzo. Efficace, forse.
Ma bello? -eticamente, qui s’intende-)

Un saluto,
a presto
FN

Cartoline, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post