Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

Fenicotteri in orbita / Philip Ridley. Salani 2009. (segnalazione)

E’ in libreria

Fenicotteri in orbita / Philip Ridley
Traduzione di Angela Ragusa
Salani – Milano 2009.
207 p. ; 13 €

Philip Ridley, Fenicotteri in orbita, Salani 2009, graphic designer: GrafCo3, alla copertina: ©Mint Girl Productions Getty Image, (part.), 5

Il libro è bellissimo, quasi all’altezza de Gli occhi di Mr. Fury (del quale, da quando ho aperto fnl, mi riprometto di parlare, prima o poi lo farò).

Salani, Mondadori

Il copy del libro è:
©1990 by Philip Ridley e ©2009 Adriano Salani Editore S.p.A.

Ma Fenicotteri in orbita fu pubblicato già, nella medesima traduzione, da Mondadori, nell’ineguagliata collana “SuperTrend” nel 1995, e ristampato poi ne “I Miti Junior” l’anno dopo.

Philip Ridley, Fenicotteri in orbita, Mondadori, Milano 1996, Art Director: Federico Luci; alla copertina: Salomè, © David Salle 1981, (part.), 4

Di Philip Ridley Salani pubblicò Dakota delle bianche dimore nel 1991, da allora stampato e ristampato più volte.
La maggior parte dei titoli di Philip Ridley in Italia sono usciti da Mondadori, che però non ristampava Fenicotteri dall’edizione dei Miti.
Ben venga allora questa nuova edizione; spiace, come sempre, che Salani finga che il libro non sia mai apparso, e non si faccia invece un merito di averlo ritrovato e reso nuovamente disponibile.

Due quarte per i Fenicotteri in orbita

Interessante è comparare le due quarte di copertina, a distanza di vent’anni:

Mondadori
Philip Ridley, Fenicotteri in orbita, Mondadori, Milano 1996, Art Director: Federico Luci; alla copertina: Salomè, © David Salle 1981, (part.), 2
“Dal marito amoroso che nasconde un colpevole segreto al ragazzo incapace di piangere la morte della madre, dal disoccupato che consuma la vita tra botte e bevute all’adolescente che scopre la propria omosessualità, tutti i personaggi ritratti da Ridley sono allo stesso tempo vittime e carnefici. In un vivido contrasto di esperienza e di innocenza, di bellezza e violenza, l’angoscia che si annida nelle pieghe più oscure della quotidianità trova provocatoria espressione in questi tredici straordinari racconti. Ma è soprattutto alla descrizione dell’universo giovanile, ai suoi turbamenti e alla sua drammatica contrapposizione a un mondo ‘adulto’, opprimente e ipocrita, che con toni aspri e insieme poetici Ridley dedica le sue pagine più appassionate.”
Salani
Philip Ridley, Fenicotteri in orbita, Salani 2009, graphic designer: GrafCo3, alla copertina: ©Mint Girl Productions Getty Image, (part.), 6
Un ragazzo che deve fare i conti con la propria omosessualità; scorribande di adolescenti che finiscono nel peggiore dei modi; private violenze domestiche e pubbliche ipocrisie; segreti adulti che vogliono nei più giovani il proprio capro espiatorio [cosa?, n.d.r.]… Chi dice che l’infanzia -l’adolescenza- sia un periodo spensierato, innocente e gioioso, non sa, oppure ha dimenticato. Il mondo dell’infanzia, che viene sfumato nel ricordo da grandi, è in realtà colmo di violenze quotidiane, solitudini e terrori senza nome. Philp Rodley Ridley, voce fuori dal coro, spezzando il tabù del silenzio, ha il coraggio di raccontare l’irraccontabile, di dire quello che di solito non si dice, in un libro dive Bene e Male non sono opposti, ma inesorabilmente intrecciati. Tredici racconti aspri, duri, profondi e poetici come i protagonisti che vi sono ritratti, come solo l’adolescenza sa essere: un libro fondamentale che è già un nuovo classico.”

Philip Ridley, Fenicotteri in orbita, Salani 2009, graphic designer: GrafCo3, alla copertina: ©Mint Girl Productions Getty Image, (part.), 3

Su federiconovaro.eu trovate i link a tutti gli articoli comparsi sul blog, ordinati per categorie e ordine alfabetico.

Segnalazioni, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post