Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

EDITIONS CENT PAGES, di Giacomo Giossi (l’argent de poche, 8)

Giacomo Giossi

L’argent de poche, uno sguardo sull’editoria francese

argent de poche, prova, 3

ottava puntata: EDITIONS CENT PAGES

(ottava puntata de L’argent de poche, a cura di Giacomo Giossi: una serie di post che raccontano l’editoria francese, soffermandosi soprattutto sulle piccole case editrici cartacee)

.

Einaudi e Calvino, en France

.

C’è qualcosa di molto einaudiano, la scelta raffinata delle carte e la ricerca grafica delle copertine essenziali e molto identitarie. E c’è qualcosa di molto calviniano, facile il nome della casa editrice: Cent pages. E infine c’è ovviamente qualcosa di molto parigino, qualcosa di difficile da spiegare, ma che è possibile riassumere nell’idea di concepire un progetto editoriale unendo oggi Calvino ed Einaudi, qualcosa che in realtà non si è più visto in Italia e che molto ci sarebbe piaciuto vedere.

 .

Fondata nel 1987 e diretta da Olivier Gadet, Cent pages si occupa principalmente di fotografia e letteratura recuperando, anche dai cataloghi altrui, opere dimenticate in qualche meandro dei fuori commercio. 

.

Caratteristica delle copertine, in brossura e tela piegata a mano, è il contenere al suo interno la sinossi solitamente presente sulla quarta. Prive di immagini, le copertine sono totalmente occupate dal titolo e dal nome dell’autore in un incrocio molto elegante e armonioso caratterizzato dalla sovrapposizione l’una sull’altra delle lettere. L’effetto è tutt’altro che confuso e anzi alleggerisce di molto, pur nell’affollamento della pagina, la grafica di copertina. 

.

Libretti di piccolo formato cuciti in brossura e con pagine intonse da tagliare, contengono al loro interno alcune sorprese: piccole astuzie e raffinatezze grafiche, che dialogano con arguzia con il testo, e foglietti sparsi, più spesso veline con disegni geometrici il cui senso si modifica a seconda del loro posizionamento all’interno delle pagine. 

.

Tra i titoli più interessanti Ok Voltaire, di Antoine Blondin (autore recentemente tornato alla ribalta grazie a Frédérics Beigbeder che nel suo ultimo libro Dernier Inventaire Avant Liquidation lo cita tra i suoi autori preferiti) da tempo fuori catalogo. Merita sicura segnalazione la publicazione di Nouvelles en trois lignes di Felix Feneon, espressionista, simbolista e anarchico. Un’edizione che segue la prima del 1883, ricca di illustrazioni e curata con particolare attenzione.


.

Raramente un editore riesce con pochi libri a caratterizzarsi e a distinguersi per qualità e coerenza editoriale, evidentemente il connubio ispiratore di Calvino ed Einaudi è ancora in grado di produrre buoni libri e buone idee.

L’argent de poche, uno sguardo sull’editoria francese

a cura di Giacomo Giossi

8) EDITIONS CENT PAGES, Le Kremlin-Bicêtre

argent de poche, prova, 3

EDEN ZOOTED EDITIONS, di Giacomo Giossi (l’argent de poche, 6) EDEN ZOOTED EDITIONS, di Giacomo Giossi (l’argent de poche, 6) EDEN ZOOTED EDITIONS, di Giacomo Giossi (l’argent de poche, 6) EDEN ZOOTED EDITIONS, di Giacomo Giossi (l’argent de poche, 6) EDEN ZOOTED EDITIONS, di Giacomo Giossi (l’argent de poche, 6) EDEN ZOOTED EDITIONS, di Giacomo Giossi (l’argent de poche, 6) EDEN ZOOTED EDITIONS, di Giacomo Giossi (l’argent de poche, 6) EDEN ZOOTED EDITIONS, di Giacomo Giossi (l’argent de poche, 6)

Read More

L'argent de poche, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post