Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

nottetempo, tra un atto e l’altro

nottetempo
Cartoline dal Salone 2015. 3

nottetempo

‘sta storia che
a un certo punto scadono
i diritti delle opere letterarie
sta diventando ben noioso,
in tempi di pochi soldi,
pochissimi soldi,
niente soldi.
Cominci a capire che
qualche autore sta
scadendo perché
nessuno stampa più i suoi libri,
poi quando inizi a dirti
aaaaaarrrrrgggghhhh!
ecco che ne escono di colpo
una montagna.
Con esiti grotteschi,
soprattutto se quell’autore ha scritto pochi libri,
vedi il triste caso del Piccolo Principe.
Ci sono però degli esiti anche interessanti,
per esempio Virginia Woolf,
che d’esser scaduta ha tratto,
noi tutti voglio dire,
vantaggio, accanto a una serie
in parte inutile, in parte interessante, di librini, libretti, libercoli,
di raccolte di sbrindelli di testi
messi insieme per tematiche,
-i viaggi, i consigli, le ricette-
stanno uscendo nuove traduzioni
e i suoi testi piano piano tornano disponibili.
Einaudi ha affidato a Anna Nadotti
To The Lighthouse e Mrs. Dalloway,
Nottetempo a Chiara Valerio Flush e Betwen the Acts.
In questo momento così sono disponibili
più traduzioni di vari testi, e tutte molto interessanti.
Yuppii.
(poi se Einaudi finisse la pubblicazione delle Lettere,
saremmo ancor più contentoni)

Un saluto
dal Salone.
A presto, FN
(e anche un saluto al Salone, grazie)

Cartoline, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post