Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

Klaus Wagenbach, 50 anni

galoppo_fn

 

50 anni e sempre sulla cresta dell’onda: la casa editrice Klaus Wagenbach

 

 

La casa editrice Klaus Wagenbach è, da sempre, indipendente e pubblica libri per convinzione e per divertimento, con precisione e serietà. Non è particolarmente grande, ma in Germania è molto conosciuta e, soprattutto, stimata.

Nasce nel 1964 a Berlino come casa editrice “dell’Est e dell’Ovest”. I primi ad essere pubblicati, nella famosa collana Quarthefte, sono niente di meno che Günter Grass, Ingeborg Bachmann e Wolf Biermann. Ed è proprio a causa della pubblicazione di quest’ultimo, un poeta e cantautore che aveva scelto a 17 anni di vivere nella Germania dell’Est, che Wagenbach riceve un divieto di licenza nella RDT. Contemporaneamente, diviene, però, la casa editrice dell’opposizione non parlamentare, con autori come Ulrike Meinhof, Rudi Dutschke e Peter Brückner, pubblicati nella collana Rotbuch, più tardi Politik.

Negli anni a venire, Klaus Wagenbach deve far fronte a numerosi processi ed è più volte giudicato colpevole, ad esempio per la pubblicazione del Manifesto della Rote Armee Fraktion (RAF), uno dei gruppi terroristici di estrema sinistra più importanti e violenti nel periodo successivo alla seconda guerra mondiale, conosciuto inizialmente come Banda Baader-Meinhof.

Nonostante l’impegno ed il consistente programma politico degli anni ‘70, l’editore Klaus Wagenbach non trascura l’”alta” letteratura. Dal 1969 pubblica, infatti, le innovative traduzioni di Shakespeare di Erich Fried, mentre, già nel 1979 esce il centesimo volume della collana Quartheft, “Vaterland, Muttersprache”, che raccoglie e dà voce al pensiero politico di scrittori delle due Repubbliche tedesche.

Il 1978 è l’anno della svolta. Con l’inatteso successo della traduzione degli “Scritti corsari” di Pier Paolo Pasolini e una tiratura di 80.000 copie, la letteratura italiana edita da Wagenbach conquista la Germania.

È così che la casa editrice Klaus Wagenbach diviene il punto di riferimento assoluto per la letteratura italiana in traduzione tedesca. Il catalogo conta molta saggistica dalla e sull’Italia: dalla storia dell’Italia del dopoguerra, a quella del fascismo; da saggi sulla politica contemporanea del Bel Paese, a guide alla cucina regionale.

Nel 1988, nasce la collana Kleine Kulturwissenschaftliche Bibliothek, la piccola biblioteca culturale. Nel 2004, invece, avvia quella in 45 volumi dedicata a Giorgio Vasari, Edition Giorgio Vasari. Le famose “vite” di artisti eccellenti, che hanno guadagnato a Vasari il titolo di ‘padre della storia dell’arte’, sono state tradotte e commentate nuovamente dopo cent’anni dall’Istituto di Storia dell’Arte di Firenze. L’edizione sarà compiuta nel 2015.

I volumi editi da Wagenbach vengono curati nei particolari, non solo a livello contenutistico, bensì anche a livello tipografico, di materiale, nella rilegatura e nel rivestimento; libri da collezione. Lo dimostrano, per esempio, i libri della collana SALTO: rossi, con copertine rivestite di lino, con motivi grafici applicati a mano. Non a caso, l’unico Bestseller della casa editrice fa parte proprio di questa collana, “Die souveräne Leserin” (“La sovrana lettrice”) di Alan Bennett, elegante storia della Queen che legge e un omaggio alla lettura.

Dal 2002, Klaus Wagenbach ha ceduto lo scettro alla moglie Susanne Schüssler, ma la casa editrice rimane indipendente e fedele a se stessa: la pubblicazione dei libri viene decisa solo ed esclusivamente dalla redazione. La decisione viene presa dopo numerose discussioni, riflessioni e considerazioni inerenti la qualità del testo e non il suo potere di commercializzazione. Per questo, Wagenbach pubblica solo libri scritti nelle cinque lingue conosciute dai componenti la redazione: italiano, spagnolo, francese, inglese e tedesco.

Klaus Wagenbach, casa editrice indipendente e per lettori selvaggi, compie 50 anni. Non rimane che augurare centinaia di questi anni e milioni di altri splendidi libri.

galoppo_3 galoppo_1 galoppo_2 galoppo_5galoppo_4

Berlino, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post