Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

Joseph Hansen, ATTO DI MORTE / elliot 2012. (segnalazione)

È in libreria

Atto di morte
(Death Clains)
di Joseph Hansen

traduzione di Manuela Francescon
cover design & illustration: IFIX

190 p. ; cartaceo, 15€
elliot edizioni -Raggi gialli, Castel Gandolfo (RM), 2012

Joseph Hansen, Atto di morte, Elliot 2012. cover design e illustration: IFIX. Copertina (part.), 1

Secondo, della serie in dodici volumi “The Dave Brandstetter Mysteries”, dopo Scomparso, pubblicato, sempre da elliot, all’inizio del 2012.

Joseph Hansen, Atto di morte, Elliot 2012. cover design e illustration: IFIX. Risvolto della quarta di copertina (part.), 2

Emanuela d’Alessio lo ha recensito in Via dei serpenti:

“[…]

Sono molteplici gli attori chiamati in causa da Hansen in questo Atto di morte, il secondo dei dodici romanzi dedicati a Dave Brandstetter. Un figlio devoto, Peter Oats, con la passione per il teatro, scomparso dopo l’incidente e beneficiario dell’assicurazione sulla vita stipulata dal padre; una ex moglie meno devota, Eve, irrigidita dal rancore e dall’alcool, «le rughe la segnavano come una finestra di una casa di campagna una mattina d’inverno»; un socio in affari, Charles Norwood, dal sorriso dolente e la voce profonda sebbene avesse «un che di zitellesco»; una celebrità della televisione, l’attore Wade Choran, bello e statuario, «probabilmente c’erano al mondo uomini più attraenti, Dave non li aveva visti», e altri ancora, fugaci comparse ma tutti legati da un sottile intreccio che li colloca a turno sul banco dei colpevoli, dei complici e degli innocenti.

[…]

Nota sull’autore
Nato nel 1923 inSouth Dakota, è stato un poeta e scrittore, conosciuto soprattutto grazie alla serie dedicata all’investigatore privato Dave Brandstetter. Nel 1970, anno di pubblicazione del romanzo Scomparso, Joseph Hansen partecipò alla realizzazione del primo Gay Pride a Hollywood. Insieme a Tennessee Williams e Christopher Isherwood, fu uno dei pochi scrittori omosessuali a essere pubblicato negli Stati Uniti in quegli anni. Nel 1992 vinse il Premio alla carriera dell’associazione Private Eye Writers of America e il Lambda Literary Award for Gay Men’s Mystery della Lambda Literary Foundation. Hansen è morto nel 2004 per un attacco di cuore nella sua casa a Laguna Beach, California. […]”

Joseph Hansen, Atto di morte, Elliot 2012. cover design e illustration: IFIX. Risvolto di copertina (part.), 2

Su dieci righe dai libri sono disponibili in pdf i primi cinque capitoli

“Un nome appropriato, Arena Blanca. La sabbia che cingeva la piccola baia era di un biancore che feriva gli occhi. La spiaggia era delimitata da uno sparuto gruppo di strette case di legno, dai cornicioni alti e il tetto piatto. Sebbene ridipinte di fresco – giallo, blu, lavanda – erano squallide sotto il sole dell’inverno. Sopra i tetti i gabbiani fendevano un cielo che non era più allegro di un pezzo di denim nuovo. […]”

Joseph Hansen, Atto di morte, Elliot 2012. cover design e illustration: IFIX. Quarta di copertina (part.), 2

Marilina Piccone ne parla in Stradanove:

“[…] Se già si è letto il primo, Scomparso,[…] è impossibile aver dimenticato Dave Brandstetter, il gentile investigatore omosessuale il cui padre – ironia della sorte famigliare – si è sposato nove volte. Anche in Atto di morte Joseph Hansen intreccia con discrezione ed equilibrio le vicende di due uomini molto diversi- l’investigatore gay e il bibliofilo che alla fin fine è stato assassinato e tocca a Dave scoprire da chi e perché.

[…]”

I libri “d’epoca”, come possono essere quelli di Joseph Hansen, hanno un fascino particolare: ci portano indietro nel tempo, ci fanno rivivere emozioni, sentimenti, problemi che credevamo avere dimenticato, rallentano il passo delle nostre vite seguendo delle indagini meno concitate, meno supportate dalla tecnologia imprescindibile nella letteratura di genere dei nostri giorni. […]”

Joseph Hansen, Atto di morte, Elliot 2012. cover design e illustration: IFIX. Copertina (part.), 2 Joseph Hansen, Atto di morte, Elliot 2012. cover design e illustration: IFIX. Copertina (part.), 3 Joseph Hansen, Atto di morte, Elliot 2012. cover design e illustration: IFIX. Copertina (part.), 4

(chi ha pagato il libro? FN dice: -non me lo ricordo. Ricordo di averne comprato su amazon una copia affinché la recapitassero a Federico Boccaccini perché lo potesse recensire, ma non ricordo se la copia che ho fotografato l’abbia comprata io, e dove, o se invece me l’abbia mandata in gentile omaggio la casa editrice elliot. Che dire -aggiunge- invecchio-)

Joseph Hansen, Atto di morte, Elliot 2012. cover design e illustration: IFIX. Quarta di copertina (part.), 1

Segnalazioni, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post