Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

James Purdy : bibliografia (testi tradotti in italiano, 1960 – 2008) . (1 di 5)

Ecco i titoli di Purdy tradotti in italiano. Le informazioni sono talvolta lacunose, grazie da subito a chi vorrà aggiungere dati che mancano.

(I titoli sono citati in ordine cronologico. I numeri romani si ripetono qualora si tratti di nuova edizione; i numeri arabi indicano che si tratta di un’edizione successiva alla prima)

Purdy, 63 Palazzo del sogno, q. di cop., part.
Purdy, 63: Palazzo del Sogno, Einaudi, q. di cop., part.

I:

63: Palazzo del Sogno

James Purdy
Floriana Bossi (trad. di)
63: palazzo del Sogno

1. ed. – Torino : Einaudi – 215 p. ; 19,5 x 13 cm. – (I coralli – 110)
© 1960 Giulio Einaudi editore S. p. A., Torino
Stampa: Torino, Tipografia Toso, 12 febbraio 1960
Piatto ant. e post. cartonato, dorso in tela.
Alla copertina: Composition, di Joan Mirò, 1933, particolare
Lire 1000.

Alla q. di cop.: “Il breve romanzo e i racconti che formano questo libro vennero pubblicati privatamente nel 1956. Le riviste e gli editori americani li giudicavano allora – come scrive l’autore – ‘troppo in contrasto con la morale corrente e le convenzioni letterarie’ per assumersi la responsabilità di presentarli al grande pubblico. Oggi ne esistono due edizioni, quella inglese, ‘censurata’, e quella americana, integrale, su cui è stata condotta la presente versione; e la traduzione del libro sta per apparire in una decina di paesi europei. / James Purdy (nato in Ohio nel 1923) è diventato l’uomo nuovo della letteratura americana d’oggi, e 63: Palazzo del Sogno, l’opera di cui dalle due parti dell’Atlantico si parla come di un piccolo capolavoro. Ma lo ‘scandalo’ di Purdy non è quello solito delle parole e delle situazioni forti o scabrose: ciò che toglie il fiato è la candida e concisa ferocia con cui egli guarda le cose e gli uomini più comuni, i loro rapporti, gli attimi e il profilo della loro vita. A tocchi delicati, con mezzi minimi, senza mai alzare la voce, Purdy sorprende in cucina, in un moderno salotto, in una gelateria, microcosmi di intollerable crudeltà. Salvo nel romanzo che dà il titolo al libro, e dove l’atroce precisione dell’auotre sfuma in un poetico gioco di chiaroscuri, c’è in molte di queste pagine l’evidenza allucinante, la tensione, la forza definitiva della verità.”.
Alla q. di cop., in alto: ritratto fotog. b/n dell’autore.

Il volume contiene:
63: Palazzo del sogno; Color del buio; Puoi guardare tranquillamente; Non chiamatemi col mio nome; Tempo di sera; Perché non posso dirvi il perché; Marito e moglie; Prendete il cappello; Una buona donna; Missionario; Rumore di chiacchiere; Lama tagliente.
Non sono indicati i titoli originali e la data di prima apparizione.
(Wikipedia indica 1956 per 63: Dream Palace, e 1961 per Colour of Darkness).

Il © dell’edizione originale non è indicata.
Titolo originale: 63: Dream Palace.

Esaurito, mai più ristampato.

Palazzo del sogno, Einaudi 1960, cop., part.
James Purdy, 63: Palazzo del sogno, Einaudi 1960, cop., part.

II, 1:

Il nipote

James Purdy
Floriana Bossi (trad. di)
Il nipote

1. ed. – Torino : Einaudi. – 218 p. ; 19,5 x 13 cm. – (I coralli – 187)
©1963 Giulio Einaudi editore S. p. A., Torino
Stampatore: Torino : Officine Grafiche U. Panelli, 13 Luglio 1963
Rilegato (tela rossa), con sovracoperta.

Alla copertina: Porta, fotografia b/n di Edward Weston
Alla quarta di copertina, in basso: “Con questo romanzo Purdy / ridà freschezza / all’inesauribile provincia / di Sherwood Anderson e di Lee Masters.”
Ai risvolti: nota al testo, non firmata: “Quando nel 1960 pubblicammo i racconti de 63: Palazzo del Sogno, James Purdy era poco più di uno sconosciuto anche negli Stati Uniti. I suoi racconti, pubblicati dapprima privatamente, poi ‘scoperti’ da Edith Sitwell, in Inghilterra, solo di rimbalzo ottennero prestigio in patria (…) sorprende in Purdy (…) la candida e concisa ferocia con cui egli guarda le cose e gli uomini più comuni, i loro rapporti, gli attimi, e il profilo della loro vita (…).”

Lire 1500.

©1960 James Purdy
Titolo originale: The nephew.

james purdy, il nipote, longanesi 1969, cop., part.
James Purdy, Il nipote, Longanesi 1969, cop., part.

II, 2:

Il nipote

James Purdy
Floriana Bossi (trad. di)
Il nipote

Milano : Club degli Editori – 240 p. ; 21 x 13,5 cm. – (Narrativa / Un libro al mese)
Edizione su licenza, ©1963 Giulio Einaudi editore, Torino.
Stampa, Verona: Officine Grafiche Veronesi di Arnoldo Mondadori.
Rilegato (tela blu scuro con impressioni in oro), con sovracoperta.
Sovracoperta di Bruno Munari
[Prima edizione originale: 1961]
Titolo originale: The nephew.

James Purdy, Il nipote, Club degli editori 1963, cop.
James Purdy, Il nipote, Club degli editori 1963, cop.

(immagine da: laurapredolini.it)

II, 3:

Il nipote

James Purdy
Floriana Bossi (trad. di)
Il nipote

Milano : Longanesi – 233 p. ; 18 x 11,5 cm. – (I libri poket – 221)
©1969 Longanesi & C., edizione in concessione, ©1961 Giulio Einaudi editore, Torino.
Stampa: San Lazzaro di Savena (Bo): Officine Grafiche LitoArt, novembre 1969.
Brossura.
Alla copertina, in alto: “Grandi successi / in edizioni tascabili”; a destra, in basso: “E’ il romanzo / di una donna / che cerca se stessa / attraverso la conoscenza / più ostinata / e più intima / di un uomo”; più in basso, in rosso: “ Lire 350”; sotto al titolo si riproduce, vista di sguincio, la copertina dell’edizione Einaudi dello stesso anno (i coralli – 187).
In coda al testo pubblicità b/n degli abbonamenti ai “i libri Poket”, distribuiti settimanalmente in edicola.
[Prima edizione originale: 1961]
Titolo originale: The nephew

james purdy, il nipote, longanesi 1969, cop., part.
James Purdy, Il nipote, Longanesi 1969, cop., part.

Ristampato nel 2005 da Minimum Fax.

1 di 5, continua…

Bibliografie, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post