Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

i coralli EINAUDI, 1947-1976 / FNkitkit / il pdf

Il 2 gennaio 2012 è stato l’anniversario della nascita di Giulio Einaudi, nato cent’anni prima, il 2 gennaio 1912.

La casa editrice Einaudi ha festeggiato con la pubblicazione dei Verbali del mercoledì (a cura di Tommaso Munari), il quotidiano La Stampa con la riedizione di dieci titoli della “Scrittori tradotti da scrittori“, altre iniziative seguiranno

FN festeggia chiamando a raccolta lettrici e lettori in un progetto ambizioso:

mettere on-line tutte le copertine (e le quarte di copertine e i dorsi e le sovracopertine e i risvolti) della collana “i coralli” (1947-1976)


I coralli Einaudi

312 titoli lungo un arco di poco meno che trent’anni: da Il compagno, di Cesare Pavese ([3], 1947) a Il sentiero dei nidi di ragno di Italo Calvino ([11], 1947); da Le amicizie particolari di Roger Peyrefitte ([35], 1949) a 63: Palazzo del sogno di James Purdy ([110], 1960); da La morte a Venezia, di Thomas Mann ([61], 1954) a La maison de rendez-vous di Alain Robbe-Grillet ([233], 1966); da Hiroshima mon amour, di Marguerite Duras ([210], 1965) a Infanzia di Nivasio Dolcemare, di Alberto Savinio ([288], 1973]; pochissimi i dimenticati, innumerevoli i titoli stampati ancora oggi, dalla stessa Einaudi, o dispersi sotto altri marchi.

Una collana che fu anche un capolavoro di grafica e di scelte iconografiche, capace di fissare uno standard, di diventare un riferimento ineludibile per i molti anni in cui fu attiva e per gli anni a seguire. 

“I coralli” hanno incarnato, forse più compiutamente di altre collane editoriali, un oggetto che, forte per decenni del secolo scorso, ha via via perso importanza e valore. Si tende ora a concentrarsi soprattutto sul singolo titolo, tagliandogli intorno un silenzio che dovrebbe metterlo in evidenza.

Per provare a restituire il senso di quel lavoro -fatto invece di rimandi, di allusioni sottotraccia, di ripensamenti, di tentativi, attraverso i quali la casa editrice dialogava col suo pubblico e contribuiva a formarlo- FN prova a mettere on-line la scansione di tutti i titoli della collana.

immagine acquisita 120020000

Un po’ per contrastare la tendenza a nutrire i siti di icone-ectoplasma scaricate dai siti delle case editrici, tutte identiche, e che tendono a scarnificare il libro invece che a restituirne la materialità, da sempre FN fotografa i libri, fornendoli di ombre, zoomando sui particolari, girandoseli e rigirandoseli fra le mani.

In questo caso si è preferita invece la scannerizzazione, più affidabile nel rendere leggibili in modo più standard le copertine. Si è pensato poi che questo lavoro sarebbe potuto essere di una certa utilità se non avesse trascurato che un libro ha almeno due facce, e un dorso, e sovente una sovracopertina, dei risvolti, perciò le scannerizzazioni necessarie sono sempre almeno tre, talvolta sei, sette; s’è scelto inoltre di non isolare le copertine ritagliandole, bensì di fornirle di un intorno che lasci intuire la materialità del volume, e di contornarle di etichette, con una serie di informazioni di immediata lettura, oltre una scheda il più possibile completa per ogni titolo.

musil. tre donne  coralli

Ma FN da solo non ce la potrebbe mai fare!

Perciò lancia un appello:

Frugate nelle vostre librerie!

Mettete a soqquadro gli scaffali dei vostri nonni e dei vostri genitori!

Buttate in aria le biblioteche scolastiche e di quartiere!

Ovunque cercate un corallo Einaudi

e poi

Scaldate i vostri scanner!

Affilate le vostre forbici dalle punte arrotondate!

Scaricate l’FNkitkit!

l’FNkitkit!

Un kit pratico e veloce

In un unico foglio formato A4

L’unico, il solo, l’originale

l’FNkitkit

un pdf per scannerizzare un corallo Einaudi

dove volete, quendo volete, con chi volete!

(clicca sul logo, scarica il kitkit)

fondo bianco:

schermata 2012-01-01 a 18.39.54

fondo grigio:

schermata 2012-01-01 a 18.39.54

I coralli Einaudi, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post