Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

Frank Sargeson, di Monasterolo / Boccaccini

Frank Sergeson

Queer Portraits,

di Paola Monasterolo (disegni) e Federico Boccaccini (testi)

31: Frank Sergeson

Frank_Sergeson

Frank Sergeson

Frank Sargeson nacque nel nord della Nouva Zelanda il 21 marzo 1903, con il nome di Norris Frank Davey, in una famiglia della classe media. Studiò come avvocato ma non esercitò mai la professione, visse qualche anno in Europa  prima di stabilirsi definitivamente a Takapuna nel 1928, dove rimase per il resto della sua vita scrivendo racconti di austera economia di linguaggio incentrati sulla solitudine e l’incapacità emotiva degli uomini della sua isola. Nel 1929 fu arrestato a Wellington per “condotta immorale”, fatto che probabilmente lo costrinse a scegliersi un nome d’arte e fare una vita più ritirata. La sua casa divenne negli anni un rifugio per scrittori accogliendovi tra gli altri Maurice Duggan e Janet Frame. È considerato a tutt’oggi, insieme a Katherine Mansfield, uno dei migliori scrittori neozelandesi di racconti. Morì il 1 marzo 1982, le ceneri furono sparse nel giardino della casa tra i suoi pomodori, all’ombra di un nespolo giapponese.

 

[Federico Boccaccini]

 

Che c’è di Frank Sergeson in Italia?

Nel 1995 Tranchida ha stampato Gli dei dimorano nei boschi (The stories of Frank Sargeson), con le traduzioni di Alessandra Contenti, Antonella Fanciulli e Piero Pignata. Nel 1997 Tranchida pubblica Uomini (tratto dalla stessa raccolta del volume precedente e nelle versioni degli stessi traduttori). Nel 2010, dalle stesso editore, esce Quell’estate (That Summer, 1946), nella traduzione di Piero Pignata. Nessuno dei tre volumi è disponibile a catalogo, ma, come sempre, c’è ebay e i vari canali dell’usato. (Grazie a Paola Montonati per i dati qui sopra, che un difetto del sito del Servizio Bibliotecario Nazionale rende di difficile reperibilità -se li cercato, procedete via titoli e non via autore)

 

[FN]

[i dati sono ricavati dall’incrociare di informazioni trovate sul sito del Sistema Bibliotecario Nazionale, su Wikipedia, sui siti delle case editrici, su ibs e amazon e spesso su ebay e Maremagnum, e, quand’è possibile, direttamente sulle edizioni originali]

Frank_Sergeson

Frank Sergeson

Queer Portraits,

di Paola Monasterolo (disegni) e Federico Boccaccini (testi)

31: Frank Sergeson

1: Christopher Isherwood

2: Jeanette Winterson

3: Sandro Penna

4: Hervé Guibert

5: Abdellah Taïa

6: Colm Tóibín

7: Marcel Proust

8: Patricia Highsmith

9: Philip Ridley

10: Patrizia Cavalli

11: Edward Morgan Forster

12: Jean Genet

13: Susan Sontag

14: Truman Capote

15: James Baldwin

16: Gertrude Stein

17: Edmund White

18: Manuel Puig

19: Willa Cather

20: Michael Cunningam

21: Violette Leduc

22: Jean Cocteau

23: Harold Brodkey

24: Giovanni Comisso

25: Evelyn Waugh

26: Alan Hollinghurst

27: André Gide

28: Marguerite Radclyffe Hall

29: Lawrence George Durrell

30: José Lezama Lima

Queer Portraits, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post