Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

Iginio Ugo Tarchetti, Fosca

Scheda bibliografica
Iginio Ugo Tarchetti, Fosca, Einaudi, Torino, 1971. – IX-187 pp.
19,5×11,5 cm. – (Centopagine; 1); 1 ed.
Nota introduttiva di Folco Portinari seguita da Bibliografia
Brossura; all’interno del volume presente quartino sciolto con presentazione della collana, a firma Italo Calvino
Alla carta di guardia: Centopagine / Collezione di grandi narratori / diretta da Italo Calvino / I
Alla copertina si indica: autore, titolo, nome della collana, numero d’ordine, nome dell’editore
Al dorso: numero d’ordine, logo della casa editrice, autore, titolo
Responsabilità grafica non indicata [Bruno Munari]
Stampa: 4 settembre 1971
Stampatore: Officine Fotolitografiche s.p.a, Casarile, Milano
© 1971 Giulio Einaudi editore S.p.A., Torino
Lire 1000

Primo titolo della collana “Centopagine”, la Fosca del Tarchetti inaugura quell’attenzione alla letteratura italiana tra l’Unità e la Grande Guerra verso cui si direziona la linea editoriale della collana, come vedremo in seguito coi testi di Cena, Chelli e De Amicis.

La storia editoriale del romanzo inizia con la pubblicazione a puntate sul «Pungolo» dal 21 febbraio al 6 aprile 1869 e poi in volume nello stesso anno, con un totale di cinquanta capitoli, per la neonata casa editrice Fratelli Treves di Milano.

Fosca è uno dei più rappresentativi romanzi della Scapigliatura. Si parla di opera incompiuta, in quanto l’autore morì di tifo il 25 marzo del 1869 lasciando il testo mancante del XLVIII capitolo, la notte d’amore tra Fosca e Giorgio, completato dall’amico Salvatore Farina per poterne dare le stampe. Prima ancora di Profumo di Luigi Capuana, del D’Annunzio positivista e della Malombra di Fogazzaro, il romanzo di Tarchetti «saltò fuori con un anticipo d’almeno vent’anni in un mondo che non è (ancora) il suo», scriverà Calvino nel quartino sciolto che accompagna la prima edizione Einaudi del 1971, riferendosi all’anticipazione di temi come: l’amore romantico tra passione e morte, il gusto per l’orrido, l’anomalo che la scienza (in particolare la medicina) restituisce come patologico razionalizzabile, e di qui il binomio esistenziale tra ragione e passione, incarnato nel personaggio di Fosca.

Nel 1874, ritroviamo il romanzo all’interno di una raccolta di tre racconti dello scrittore, pubblicata da Sonzogno, col titolo Fosca. Amore nell’arte: tre racconti dello stesso autore. Riedita dai Fratelli Treves nel 1921 e inserita nella collana “Biblioteca amena”, la Fosca ricompare alla vigilia degli anni Settanta con un’introduzione di Folco Portinari in Einaudi, che ne ristampò una seconda edizione nel 1982, sempre all’interno della collana “Centopagine”. Nel 1971 il romanzo circola nei cataloghi della casa editrice Vallecchi di Firenze e delle Edizioni per il Club del Libro di Novara con il titolo Una nobile follia/Fosca a cura di Enrico Ghidetti. Negli anni Ottanta, sarà la casa editrice Mondadori a rilanciare il romanzo tarchettiano con la collana “Oscar”, nel 1981 prima e nel 1988 poi con uno scritto di Carlo Emilio Gadda e l’introduzione di Gilberto Finzi. E ancora nel 1989 e nel 1993, il testo ricompare nei cataloghi rispettivamente della casa editrice Mursia di Milano (ultima edizione quella del 2009), con un’introduzione di Raffaella Bertazzoli, e della Loescher, in un’edizione a cura di Franca Mariani. Negli anni Duemila, la storia d’amore maledetta di Giorgio e Fosca continuerà a essere proposta dall’editore Mondadori, sempre con introduzione di Finzi e scritto di Gadda (28esima ristampa nel 2015) e nel 2004 tra i collaterali de “La biblioteca di Repubblica. Ottocento”, come 54esimo titolo della raccolta, con un’introduzione di Anna Modena. Ripresa, ancora, da piccole case editrici periferiche, la Fosca si trova ancora nell’edizione 2005 di Rusconi Libri (Santarcangelo di Romagna) e in una pubblicazione del 2008 della Morganti editori (Socchieve-Udine).

centopagine_1_copertina

centopagine_1_quarta

Testi: Marta Occhipinti
Immagini: Andrea Vendetti e Federico Novaro

Centopagine Einaudi, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post