Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

Coming out / Pupa Pippia. Nutrimenti 2010. (segnalazione)

È in libreria

Pupa Pippia / Coming out. Venticinque storie per uscire dall’armadio

art director: Ada Carpi

110 p. ; 12 €

Nutrimenti, Roma 2010

Pupa Pippia, Coming out, Nutrimenti 2010, art director: Ada Carpi, copertina (part.), 1

il sito di Nutrimenti, qui.

In capo al testo una premessa:
“[…] Fare coming out richiede nervi d’acciaio, sangue freddo e una dose di coraggio che i marine al confronto sono femminucce delicate e fragili tutte dedite a orli, pizzi, merletti e allo scambio d’informazioni utili sull’ultimo cartamodello appena uscito in edicola. […]”, (p. 7)

È interessante che nell’incipit di un libro, che si pone su posizioni “progressiste” nel parlare di coming out, neanche alla seconda riga già si usi la parola “femminuccia”, rispettandone fedelmente il senso.

Come se la prima preoccupazione sia di rassicurare tutti i soggetti sul fatto che -tanto si parla sempre di maschi- quell’eterno fantasma del gay devirilizzato non è qui di casa.
Il maschio che fa coming out è anzi un supermaschio, che neanche i marine. In quanto alle femmine, anche loro, meglio che si maschilizzino un po’, e lascino pizzi e merletti, perché la situazione lo richiede.

Probabilmente il tono, e gli stereotipi di genere così saldamente impegnati, vogliono essere queer-frendly, e risulta efficace -nel suo eco così televisivo-, per contemporaneamente rassicurare due pubblici immaginari: quello lgtbq (che tutto parla e pensa -è immaginario- come Platinette e la sua furia conservatrice) e quello etero (che solo in quella furia conservatrice -è anch’esso immaginario- è in grado di riconoscersi).

Ma questa è solo una segnalazione, quelle solo le prime due righe.

Pupa Pippia, Coming out, Nutrimenti 2010, art director: Ada Carpi, copertina (part.), 3

Segnalazioni, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post